Su questo sito si utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazioni accetti.

GRU>ARCHIVIO>ABSTRACT>Comello Giulia - Il restauro del mosaico pavimentale policromo di corso Divisione Acqui ad Acqui Terme. Dallo studio dei motivi decorativi alla metodologia di intervento per la valorizzazione e la fruizione di un'opera in frammenti*
La tesi in oggetto descrive l'iter che ha portato al recupero di un mosaico pavimentale di epoca romana, ritrovato allo stato frammentario in una domus scoperta nel 2006 in corso Divisione Acqui ad Acqui Terme (AL). Il reperto, di grande valore in quanto unico esempio policromo finora attestato ad Aquae Statiellae, decorava un ambiente, in origine riscaldato ad ipocausto, riferibile alla seconda fase costruttiva dell'abitazione (III secolo d.C.).
Grazie allo studio del motivo decorativo rappresentato sui frammenti e al confronto con i repertori è stato possibile classificare il mosaico come inserto e risalire all'andamento originario della decorazione. Ulteriori approfondimenti scientifici hanno permesso di appurare che nell'esecuzione del manufatto, realizzato in loco secondo la canonica successione di strati preparatori, sono state utilizzate tessere di provenienza non locale, confermando la ricchezza della domus e la centralità del sito di Acqui in epoca romana. Attraverso i dati raccolti è stato possibile elaborare un progetto di intervento, che è partito dalle operazioni di messa in sicurezza e documentazione indispensabili per elaborare le ipotesi ricostruttive. I frammenti, contraddistinti da stati di conservazione differenti, sono stati dotati di un idoneo strato di intervento che ne garantisca la conservazione nel tempo e ne consenta la ricollocazione su un pannello autoportante, al fine di restituire loro l'unità di lettura perduta nel tempo.



*Tesi di Laurea Magistrale a ciclo unico quinquennale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali (LMR-02) conseguita presso Università degli Studi di Torino in convenzione con Centro Conservazione e Restauro dei Beni Culturali "La Venaria Reale", a.a. 2011/2012. Relatore: Valentina White; Referente storico-artistico: Valeria Meirano; Referente scientifico: Daniele Castelli; Correlatori: Roberto Giustetto, Paola Croveri. 


Bibliografia essenziale 

A. Bacchetta, Lo spazio pubblico della città antica, in Museo di Acqui, pp. 41-42; 

A. Bacchetta, Aquae Statiellae-Percorsi di Archeologia. L’acquedotto romano, 2006; 

A. Bacchetta, Acqui Terme. L’edificio monumentale di Via Aureliano Galeazzo – Corso Cavour. Revisione dei vecchi scavi e nuove ipotesi interpretative, in L. Brecciaroli Taborelli (a cura di), Forme e tempi dell’urbanizzazione nella cisalpina: II secolo a.C. – I secolo d.C., Atti delle giornate di studio (Torino 4-6 maggio 2006), Firenze 2007, pp. 342-343;

A. Bacchetta-A. Crosetto-M. Venturino Gambari, Il foro di Aquae Statiellae (Acqui Terme). Nuovi dati sulla piazza e il capitolium, in S. Maggi (a cura di), I complessi forensi della cisalpina romana: nuovi dati, Firenze 2011, pp. 71-86;

A. Bacchetta-S. Gomez Serito, Il recupero della piscina romana di Acqui Terme – Corso Bagni. I rivestimenti marmorei, in Atti AISCOM IX, Aosta febbraio 2003, Roma 2004, pp. 41-56;

C. Brandi, Teoria del restauro, Torino 1977;

S. Cancellieri, La reintegrazione dei pavimenti a mosaico: riflessioni metodologiche, in I mosaici. Cultura, tecnologia, conservazione, Atti del convegno di studi (Bressanone 2-5 luglio 2002), Venezia 2002, pp. 541-551;

G. Conti, Percorsi e varianti di un testo musivo antico: schema a cuscini da sud a nord, in Atti AISCOM IV, Palermo dicembre 1996, Ravenna 1997, pp. 721-732; 

A. Crosetto, Acqui Terme (AL). Piazza Addolorata 5. Pavimento di età romana, “QuadAPiem” 5 (1986), pp. 202-203; 

A. Crosetto, Acqui Terme, centro urbano. Siti pluristratificati nell’area dell’antica Aquae Statiellae, “QuadAPiem” 7 (1988), pp. 51-52; 

A. Crosetto, Acqui Terme, piazza della Bollente. Sito pluristratificato urbano, “QuadAPiem” 8 (1989), pp. 168-169; 

A. Crosetto, La fonte termale della “Bollente”, in Museo di Acqui, pp. 43-46;

A. Crosetto, Il settore occidentale della città romana. Quadro topografico e urbanistico, in La raccolta Scovazzi, pp. 133-146; 

Dimos: corso sulla manutenzione di dipinti murali, mosaici, stucchi, vol. I, Roma 1978; 

M. Farneti, Glossario tecnico-storico del mosaico, Ravenna 1993; 

I. Fiorentini Roncuzzi-E. Fiorentini, Mosaico. Materiali, tecniche e storia, Ravenna 2001; 

C. Fiori-M. Vandini, Teoria e tecniche per la conservazione del mosaico, Padova 2002; 

C. Fiori-M. Vandini-F. Casagrande, L'integrazione delle lacune nel restauro dei mosaici, Padova 2004; 

A. Frova, I mosaici romani di Cremona, “BdA”, XLII, fasc. III-IV, 1957, pp. 325-334,

G. B. Garbarino, Pavimenti e rivestimenti parietali, in La raccolta Scovazzi, pp. 99-108;

A. Bacchetta, M. Venturino Gambari (a cura di), La raccolta archeologica di Augusto Scovazzi. Contributo alla conoscenza di Aquae Statiellae, Genova 2008;

Le décor géométrique de la mosaique romaine, vol. I, Parigi 2002 Le décor géométrique de la mosaique romaine, vol. II, Parigi 2002;

A. Lugari, Il trattamento delle lacune tra teoria e metodologia, in Atti AISCOM V, Roma novembre 1997, Ravenna 1998, pp. 579-588;

A. Lugari, L’integrazione delle lacune nei mosaici pavimentali. Ricerca di una unità metodologica, in Atti AISCOM VII, Pompei marzo 2000, Ravenna 2001, pp. 637-644;

M. C. Muscolino-A. Alberti-N. Santopuoli-C. Tedeschi, Mosaici ravennati: esperienze e studi su campionatura cromatica delle tessere e nuove metodologie di integrazione delle lacune, in I mosaici. Cultura, tecnologia, conservazione, Atti del convegno di studi (Bressanone 2-5 luglio 2002), Venezia 2002, p.237-245; 

E. Panero, La città romana in Piemonte, Cavallermaggiore 2000;

M. Roncaglio, Relazione di scavo sulla domus di Corso Divisione Acqui 43, inedita, 2006;

Relazione Tecnica dell’intervento sugli apparati musivi conservati in situ presso l’area archeologica di via Maggiorino Ferraris, inedita, 2011;

C. Santi, Le pavimentazioni di età romana in Piemonte: diffusione e tipologia, Tesi di Laurea Specialistica in Archeologia e Storia dell’Arte romana, relatore Prof. D. Elia, Università di Torino, a.a. 2008-2009; 

Tesori della Postumia: archeologia e storia intorno a una grande strada romana alle radici dell'Europa, Catalogo della mostra tenuta a Cremona nel 1998, Milano 1998; 

M. Venturino Gambari-A. Crosetto-M. Roncaglio, Acqui Terme, corso Divisione Acqui 43 (Residenza “Il Gelso”). Strutture abitative riferibili ad una domus di età imperiale, “QuadAPiem” 22 (2007), pp. 204-207; 

E. Zanda-J.M. Tuliani-L. Montanaro, Il recupero della “piscina romana” di Acqui Terme, Corso Bagni. Studi sulla tecnica edilizia e sul complesso decorativo, in Atti AISCOM IX, Aosta febbraio 2003, Roma 2004, pp. 791-800;