Su questo sito si utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazioni accetti.

GRU>NEWS DAL MONDO DELLA CULTURA>notizie dal mondo della cultura>Lo studio di Modigliani in realtà virtuale. Succede alla Tate Modern di Londra
Gli studi d’artista sono luoghi affascinanti e pieni di segreti. Spesso nella storia sono stati riprodotti, fotografati e raccontati. La Tate Modern di Londra ha usato la realtà virtuale per ricostruire quello di Amedeo Modigliani.

In occasione della grande mostra dedicata ad 
Amedeo Modigliani (1884-1920), la Tate Modern di Londra ha deciso di avviare una collaborazione con HTC Vive per offrire ai visitatori un’esperienza in realtà virtuale. The Ochre Atelier, questo il titolo del progetto, invita all’esplorazione diretta a 360 gradi dell’ultimo studio parigino dell’artista livornese, ricostruito interamente in grafica tridimensionale e fruibile indossando uno dei nove visori posizionati al centro della mostra. Si tratta della prima volta che la Tate sceglie di utilizzare questa tecnologia all’interno di un’esposizione tradizionale e The Ochre Atelier è il frutto di cinque mesi di ricerche sul luogo da riprodurre: l’edificio, gli interni e gli oggetti sono stati studiati meticolosamente, con l’obiettivo di offrire un’esperienza storicamente attendibile oltre che suggestiva. Per raggiungere questo risultato, il museo inglese ha scelto di affidare la realizzazione tecnica allo studio Preloaded, pluripremiata realtà nel campo dei videogiochi e della realtà virtuale.
continua a leggere

fShare
0