Su questo sito si utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazioni accetti.

GRU>ARCHIVIO>ABSTRACT>N

Le opere studiate, raffiguranti i Misteri del Rosario, provenienti dalla chiesa di San Francesco di Ostra erano inserite in una struttura lignea dorata, incorniciano la pala d’altare con la Madonna del Rosario, attribuita a Ventura Mazzi.

Tale contributo si configura come uno studio interdisciplinare di un dipinto su tela ed è finalizzato alla progettazione ed alla realizzazione del suo restauro. L’opera in oggetto è titolata “Madonna con Bambino e santa Cristina”, è attribuita ad al pittore caravaggesco romano Antiveduto Gramatica. La sua realizzazione è stimata nella prima metà del Seicento, su commissione della corte sabauda per il Palazzo Reale di Torino. L’opera in esame è costudita, sotto la tutela della Soprintendenza dei Beni Architettonici e il Paesaggio per le Province di Torino, Asti, Cuneo, Biella, e Vercelli, nel castello di Moncalieri nella cappella dell’ appartamento di Vittorio Emanuele II.