Su questo sito si utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazioni accetti.

GRU>TECNOLOGIE>MATERIALI>Acril Me®
Acril Me®
Settore:
Materiali lapidei, musivi e derivati ;Superfici decorate dell’architettura
Descrizione:

Acril Me® è un copolimero acrilico, commercializzato sotto forma di microemulsione dall’aspetto bianco lattiginoso. Composto da particelle aventi un diametro ridotto (30 nm)1 e ha bassa viscosità  (<120 mPa·s), la quale diminuisce diluendo il prodotto con acqua demineralizzata. È solubile in solventi aventi fd compreso tra 36 e 60 (come etanolo, acetone, MEK, etile acetato, butile acetato, amile acetato). La scheda tecnica (CTS) ne garantisce la trasparenza, il ridotto impatto cromatico e la resistenza all’ingiallimento. È stabile dal punto di vista meccanico, ha un residuo secco del 32%, pH neutro (7), temperatura di transizione vetrosa di 18°C e quella minima di filmazione inferiore ai 5°C. Ha un basso impatto ambientale. Se sottoposto a irraggiamento solare tende a reticolare diventando meno reversibile, e, qualora non caricato con opportune sostanze inerti, può rammollire, assorbendo particolato atmosferico e depositi di varia natura.
Può essere applicato a temperature ambientali comprese tra i 5 e i 35°C. È comunemente impiegato per il consolidamento di materiali porosi decoesi: pietre calcaree, arenarie, stucchi, intonaci e cementi. Per il suo utilizzo sono consigliate diluizioni da 1:3 a 1:1 in acqua demineralizzata, ma è anche possibile diluire il prodotto in solo alcol etilico.  

1.E’ utile da sottolineare il fatto che per garantire una penetrazione migliore all’interno dei materiali la produzione del consolidante ha subito una variazione a partire dal 2017: la dimensione delle micelle è diminuita da 50 nm a 30 nm, e la concentrazione dei solidi all’interno della dispersione si è abbassata dal 41% al 32% (facendo diminuire peraltro il prezzo).

Classe:
Consolidanti
Bibliografia:
Scheda tecnica CTS

L. BORGIOLI, M. CAMAITI, L. ROSI, Comportamento all'irraggiamento UV di nuovi formulari polimerici per il restauro, IV Congresso Annuale IGIIC, Spoleto 2008
Anita Negri

Aggiungi commento

Si prega di postare commenti brevi e sintetici relativi al materiale in oggetto.
Solo per gli Iscritti: Per le discussioni usare il modulo forum qui sotto


Codice di sicurezza
Aggiorna