Su questo sito si utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazioni accetti.

GRU>TECNOLOGIE>Green Rescue
Green Rescue
Settore:
Materiali lapidei, musivi e derivati ;Superfici decorate dell’architettura ;Manufatti dipinti su supporto ligneo o tessile ;Manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee ;Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti ;Materiali e manufatti tessili, organici e pelle;Materiali e manufatti ceramici e vitrei;Materiali e manufatti in metallo e leghe;Materiale librario e archivistico e manufatti cartacei e pergamenacei;Materiale fotografico, cinematografico e digitale;Strumenti musicali;Strumentazioni e strumenti scientifici e tecnici
Descrizione:
Si tratta di una miscela di solventi organici della classe degli Acetali di derivazione vegetale. La miscela ha una bassa tensione di vapore, si presenta come un liquido oleoso, incolore e dall'odore caratteristico. E'  pronto all'uso e non necessità di ulteriori diluizioni, si applica a tampone o a impacco. E' adatto per la rimozione di resine naturali e sintetiche invecchiate utilizzate come fissativi, consolidanti e protettivi nei dipinti mobili, nelle sculture e negli arredi lignei, nei dipinti murali ecc.. (dammar, Paraloid B72, Retoucher, PVA, resine acriliche in generale). La scheda tecnica riporta un basso profilo tossicologico per l'operatore e l'ambiente. Il prodotto è uscito sul mercato da pochi mesi ed è stato presentato ufficialmente da  Yococu al Salone del Restauro di Firenze (maggio 2018), per cui non ci sono dati bibliografici oltre a quelli riportati dalla stessa associazione.
Classe:
Pulitura
Bibliografia:
Serena Di Gaetano
fShare
0

Commenti  

#1 Serena Di Gaetano 2018-11-07 18:33
L'ho utilizzato per un breve periodo per la pulitura di stucchi dorati con preparazione a gesso e bolo, ridorati a porporina nel corso dello scorso secolo. La miscela, utilizzata per la pulitura, ha prodotto risultati abbastanza soddisfacenti in termini di rimozione della vernice di legante della porporina. Tuttavia la consistenza oleosa e la bassa volatilità rendono la miscela molto ritenuta e il prodotto permane sulle superfici anche dopo diverse settimane (considerando la scarsa ventilazione dell'ambiente), indebolendo di fatto la struttura stessa dello stucco e dei leganti organici utilizzati per la foglia d'oro sottostante. Queste considerazioni unite al forte odore della miscela, che è sempre stata utilizzata con tutti i DPI previsti dalla legge, hanno fatto propendere per una sua sostituzione. La scheda tecnica inoltre non dichiara l'esatta composizione della miscela, anche se questa è "green".

Aggiungi commento

Si prega di postare commenti brevi e sintetici relativi al materiale in oggetto.
Solo per gli Iscritti: Per le discussioni usare il modulo forum qui sotto


Codice di sicurezza
Aggiorna